Altro

Quelle parole non dovevano essere dette. Non in nostro nome.

Abbiamo aderito alla presa di posizione della rete femminista "No muri No recinti"- Casa delle donne di MilanoAnche per noi quelle parole non dovevano essere dette. Non in nostro nome. «Noi esprimiamo soddisfazione per quello che la Libia fa, per i salvataggi, e nello stesso tempo aiutiamo e assistiamo la Libia»: queste le incredibili parole pronunciate… Continua a leggere Quelle parole non dovevano essere dette. Non in nostro nome.

Altro

Nè attese nè tentennamenti

Sosteniamo la manifestazione di sabato 17 aprile a Torino"In piazza contro gli attacchi all'aborto della Regione"organizzata da NON UNA DI MENO Torino e altre organizzazioni femministe. Condividiamo il documento "Nè attese, nè tentennamenti" del Gruppo femm SdC (Società della Cura) 

Altro

Se ti sei persa l’incontro su OLYMPIA del 9 Aprile, guarda qui!

https://www.youtube.com/watch?v=ssQXT-O9IAs&t=2495s UISP, Casa delle donne e Associazione Femminile Maschile Plurale, si confronto su “OLYMPIA - La carta europea dei diritti delle donne nello sport”: l’ambito sportivo è uno di quei contesti dove spesso si manifestano stereotipi e pregiudizi legati - ad ogni - genere. Si è creata una nuova sensibilità su questi temi anche a… Continua a leggere Se ti sei persa l’incontro su OLYMPIA del 9 Aprile, guarda qui!

Altro

Inaugurazione Leggio per il monumento alle vittime di femminicidio

Venerdì 2 aprile ci siamo trovate in Piazza Serra per ricordare l'ottavo anniversario del femminicidio di Simona Adela Andro, uccisa dall'ex compagno. Insieme a Udi, a Linea Rosa e al Comune di Ravenna, ci prendiamo cura della scultura che con i suoi 7 gigli ricorda i femminicidi avvenuti nel nostro territorio dal 2001. Oggi abbiamo aggiunto un leggio che… Continua a leggere Inaugurazione Leggio per il monumento alle vittime di femminicidio

Altro

Investiamo nella salute non nelle armi

Si avvicina la consegna del Recovery Plan da parte dell'Italia alla Commissione europea e arriva la sorpresa: una parte dei fondi UE verrà destinata alle forze armate, all'acquisizione di nuove armi e al rafforzamento della capacità militare italiana.Queste le indicazioni inviate al Governo dalle varie Commissioni competenti all'unanimità.Si possono sempre far passare queste spese nel… Continua a leggere Investiamo nella salute non nelle armi